VICENZA ERETICA: I CATARI – visita guidata sabato 24/11/18

Sabato 24 novembre 2018 si terrà a Vicenza la visita guidata “Vicenza eretica: i catari, vicende drammatiche nel medioevo vicentino”.

L’eresia dei catari nacque per l’arrivo in Europa di popolazioni dall’Anatolia sviluppandosi tra l’XI ed il XIII secolo in particolare in Francia e in nord Italia. A Vicenza si costituì uno dei cinque vescovadi eretici italiani. Secondo la loro concezione,all’origine dell’universo c’erano due principi antitetici ma coeterni, Dio e Satana, spirito e materia. La salvezza dell’uomo era possibile solo separando l’anima dal corpo. I catari si distinguevano al tempo dall’imperante chiesa di Roma, dedita spasso a vizi e alla corruzione, per la vita esemplare ed una religiosità drammatica tanto da ottenere l’appoggio di alcuni potente dell’epoca come Ezzelino III, che sfruttò il movimento per fini politico nella lotta tra chiesa e stato. In risposta Innocenza III promosse una crociata che culminò nella crociata contro Ezzelino da Romano.

In Contrà Santa Corona, dove è collocato il nostro Relais Santa Corona, si sviluppava il quartiere dei catari. La costruzione della Chiesa di Santa Corona concise con la propaganda messa in atto contro l’eretico Ezzelino ed è proprio qui che sorgeva il Tribunale dell’Inquisizione. 

La visita sarà tenuta dall’architetto vicentino Marco Maule a partire dalle ore 15.00 ad avrà una durata di 3 ore circa. Il costo è di 25 euro a persona, inclusi i musei che si visiteranno.

Per ulteriori info, si prega di contattare il Dott.Maule inviando una e-mail a marco.maule@libero.it o alla reception del nostro Relais Santa Corona ad info@relaissantacorona.it

Il nostro Relais Santa Corona è collocato a pochi passi dai luoghi che verranno descritti e costituisce quindi un’ottima base per vistare la città di Vicenza!

 

 

 

 

Mostra a Palazzo Chiericati a Vicenza sul settecento veneto

“Il trionfo del colore, da Tiepolo a Canaletto e Guardi” è il nome della mostra che si terrà a partire dal 27 ottobre 2018 al 27 gennaio 2018 a Palazzo Chiericati, disegnato da Andrea Palladio e collocato in centro storico a Vicenza a pochi passi dal Relais Santa Corona. Saranno esposte 23 opere già di proprietà del museo e 25 in prestito dal museo di Arti Figurative Puskin di Mosca. Altrettante opere verranno invece prestate da Intesa San Paolo e quindi dalle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari.

La mostra è itinerante perchè si terrà prima a Mosca e poi a Vicenza, grazie al precedente del 2017 in cui allo stesso museo vennero prestate oltre 40 opere per l’esposizione “Venezia ed il rinascimento: Tiziano, Veronese, Tintoretto”.

Per ulteriori info si prega di visitare la pagina dei Musei Civici http://www.museicivicivicenza.it

Approfondimento: PALAZZO CHIERICATI

PALAZZO CHIERICATI, progettato da Andrea Palladio su commissione del conte Girolamo Chiericati agli inizi del 1550. Nel 1546 Girolamo aveva ottenuto in eredità alcune vecchie case prospicienti la cosiddetta “Piazza dell’Isola” (oggi Piazza Matteotti), uno spazio aperto all’estremità est della città, che doveva il proprio nome all’essere circondato su due lati dal corso del Retrone e dal Bacchiglione, che confluivano l’uno nell’altro: porto fluviale cittadino, l’Isola era sede del mercato di legname e bestiame. L’esiguità del corpo delle vecchie case spinge Girolamo a chiedere al Consiglio cittadino di poter utilizzare una fascia di circa quattro metri e mezzo di suolo comunale antistante le sue proprietà per realizzarvi il porticato della propria abitazione, garantendone una disponibilità pubblica. All’accoglimento dell’istanza segue l’immediato avvio del cantiere nel 1551, per arrestarsi nel 1557 alla morte di Girolamo, il cui figlio Valerio si limita a decorare gli ambienti interni, coinvolgendo una straordinaria équipe di artisti: Ridolfi, Zelotti, Fasolo, Forbicini e Battista Franco. Palladio per questo edificio utilizzò una tipologia per l’epoca inedita per le residenze cittadine, che ricorda in parte quella delle sue ville: un corpo centrale con due ali simmetriche leggermente arretrate, dotate di grandi logge al livello del piano nobile. Per conferire magnificenza all’edificio, ma anche per proteggerlo dalle frequenti inondazioni (e dai bovini che venivano venduti davanti al palazzo nei giorni di mercato), Palladio lo solleva su un podio, che nella parte centrale mostra una scalinata chiaramente mutuata da un tempio antico. Sulla piazza dell’Isola Palladio imposta una facciata a doppio ordine di logge in grado di reggere visivamente lo spazio aperto, e che si pone come elemento di un ipotetico fronte di un Foro romano antico. La Basilica e Palazzo Chiericati rappresentano il passaggio definitivo dall’eclettismo dei primi anni alla piena maturità di un linguaggio dove stimoli e fonti provenienti dall’Antico e dalle architetture contemporanee sono assorbiti in un sistema ormai specificatamente palladiano. Il museo ospita attualmente le collezioni di pittura e scultura, il gabinetto dei disegni e delle stampe e il gabinetto numismatico. Tra i dipinti, una serie notevole è costituita dalle pale d’altare provenienti dalla distrutta chiesa di San Bortolo (Bartolomeo), opera di Bartolomeo Montagna, Giovanni Bonconsiglio, Cima da Conegliano, Giovanni Speranza e Marcello Fogolino. Tra le opere a carattere civile, sette lunettoni raffiguranti Glorificazioni di Podestà veneziani, di Jacopo Bassano, Francesco Maffei, Giulio Carpioni. Il più recente lascito di Neri Pozza è infine costituito da sculture e incisioni dello stesso artista e dalla sua collezione d’arte contemporanea, con opere di Carlo Carrà, Filippo De Pisis, Virgilio Guidi, Osvaldo Licini, Ottone Rosai, Gino Severini, Emilio Vedova, Mario Mafai, Arturo Martini, Pablo Picasso.

Concert Budapest Orchestra Vicenza Opera Festival 13/10/2018

This Saturday, October 13 is scheduled the grand concert held by the Budapest Orchestra at the Olympic Theater in Vicenza during the Vicenza Opera Festival. Our Relais Santa Corona hosts part of the cast and is a partner of the initiative.

The Budapest orchestra was founded by master Ivan Fischer in 1983 with the spirit that every musician could express his own individuality within the musical ensemble. This innovative approach has made the orchestra today considered one of the best in the world. The musicians perform in Budapest in the halls of the MUPA and the Franz Liszt Academy, but they are offering concerts for charities or schools. An example is “Cocoa Concerts”, dedicated to families who have autistic persons within their core; “Musica a Mezzanotte” is instead the exhibition dedicated to children and young people. The productions are usually directed by Fischer who gave the orchestra an international feel thanks to the participation of numerous international festivals.

The orchestra will perform in a lyric concert on Saturday, October 13th at 8.30 pm at the Teatro Olimpico, while on Friday 12 October and Sunday 14 October 2018 there will be a performance of Giuseppe Verdi’s opera Falstaff at 8.30 pm. For info and tickets, please visit https://vicenzaoperafestival.com/it/budapest-festival-orchestra-2/


Questo sabato 13 ottobre è previsto il grande concerto tenuto dalla Budapest Orchestra al Teatro Olimpico di Vicenza in occasione della rassegna Vicenza Opera Festival. Il nostro Relais Santa Corona ospita parte del cast ed è partner dell’iniziativa.

La Budapest orchestra è stata fondata dal maestro Iván Fischer nel 1983 con lo spirito che ogni musicista riuscisse ad esprimere una propria individualità all’interno dell’assemble musicale. Questo approccio innovativo ha fatto si che l’orchestra venga oggi considerata una delle migliori del mondo. I musicisti si esibiscono a Budapest nelle sale del MUPA e della Franz Liszt Academy, ma sono offrire concerti per enti benefici o scuole. Un esempio è “Cocoa Concerts”, dedicato alle famiglie che hanno all’interno del loro nucleo persone autistiche; “Musica a Mezzanotte” è invece la rassegna dedicata a bambini e giovanissimi. Le produzioni sono solitamente dirette dal maestro Fischer che ha dato all’orchestra un respiro internazionale grazie alla partecipazione di numerosi festival internazionali.

L’orchestra si esibirà in un concerto lirico sabato 13 ottobre alle ore 20.30 al Teatro Olimpico mentre venerdì 12 ottobre e domenica 14 ottobre 2018 si terrà la rappresentazione dell’opera Falstaff di Giuseppe Verdi alle ore 20.30. Per info e biglietti si prega di consultare il sito https://vicenzaoperafestival.com/it/budapest-festival-orchestra-2/

31° SAGRA del BACCALA’ a Sandrigo, Vicenza

Continua fino al 1 ottobre 2018 la celebre sagra dedicata al Baccalà, il piatto di Vicenza piu’ famoso a Sandrigo, in provincia di Vicenza, circa 20 minuti di auto dal nostro Relais Santa Corona.

Il festival si tiene nelle vie del centro storico, e si potrà gustare il baccalà cucinato in vari modi, ma sopratutto alla vicentina o mantecato. Domenica 30 settembre si terrà investitura dei nuovi cavalieri del baccalà da parte della Venerabile Confraternita del Baccalà.

Molti ristoranti insigniti della speciale targa sono presenti a Vicenza e dintorni.

Per maggiori informazioni, visita il sito dedicato http://www.festadelbaccala.com

Puoi anche contattare la nostra reception, saremo felici di darti maggiori informazioni!

Alla scoperta del Castello di Thiene, in provincia di Vicenza

Il castello di Thiene è considerato il più cospicuo edificio gotico del XV sec. sorto nel vicentino ad uso di dimora civile; straordinario esempio di villa pre-palladiana, unico esemplare del suo genere, sia per caratteristiche architettoniche che per destinazione funzionale, caposaldo nell’evoluzione delle ville venete. La villa veneta, dal punto di vista architettonico, ha trovato la sua più compiuta espressione nel XVI secolo con le costruzioni di Andrea Palladio (1508 – 1580), che riuscì a sintetizzare le esigenze estetiche e funzionali in un tipo di villa che rimase sostanzialmente lo stesso fino alla caduta della Serenissima nel 1797. Ma Palladio non inventò il concetto di villa:  rinnovò le forme che queste dimore agricole avevano già acquisito nel corso dei secoli precedenti. Il castello si pone quindi come modello per i successivi sviluppi delle ville venete, in quanto residenza signorile e luogo di vita colta e raffinata in campagna dove erano legati gli interessi della famiglia. Da visitare il parco, i saloni, le scuderie, la cappella gentilizia. Consigliata la visita guidata di 50 minuti per scoprire come vivevano al tempo gli abitanti del castello. Thiene è un centro nella provincia di Vicenza raggiungibile dal Relais Santa Corona in 20-25 minuti di auto.

info@castellodithiene.com



ESTATE 2018 AL PARCO A VICENZA-SUMMER 2018 AT THE PARK IN VICENZA

Come ogni estate, torno anche quest’anno l’iniziativa organizzata dal Comune di Vicenza a Parco Querini, il piu’ grande polmone verde situato nel centro della città.

Fino al 9 settembre si susseguirà un calendario ricco di appuntamenti sportivi gratuiti di tonificazione muscolare e cardiovascolare. Sono state allestite nel parco 3 differenti postazioni: presso la Porta del Papa, presso il Tempietto e presso la Zona della Radura. Il parco si raggiunge dal nostro Relais Santa Corona in pochi minuti di passeggiata.

Per sapere quali saranno le lezioni in programma si prega di consultare la pagina https://www.facebook.com/ginnasticaneiparchi/?fref=ts

Parco Querini: il parco è circondato da due fiumi, il Bacchiglione e l’Astichello, e nel terzo lato da mura veneziane che corrono lungo l’attuale Viale Rodolfi. Nella zona centrale è presente uno stagno, al centro un isolotto dove sorge un tempietto in stile classico, progettato da Antonio Piovene nel 1820. Alla base era anticamente presente una ghiacciaia per refrigerare le bevande nei mesi estivi. Alle spalle della costruzione si notano le antiche volieri e serre, ormai in disuso, e l’abside della Chiesa. Il parco era luogo privato per gli abitanti dell’adiacente omonima villa, costruita nel 1500.


Like every summer, there will be again this year the initiative organized by the City of Vicenza in Parco Querini, the largest green lung located in the city center.

Until September 9th there will be a calendar full of free sports appointments of muscle toning and cardiovascular. Three different locations have been set up in the park: at the Porta del Papa, at the Tempietto and at the Zona della Radura. The park can be reach from our Relais Santa Corona in a few minutes by walk.

To find out what the scheduled lessons will be, please visit https://www.facebook.com/ginnasticaneiparchi/?fref=ts

Parco Querini: the park is surrounded by two rivers, the Bacchiglione and the Astichello, and in the third side by Venetian walls that run along the current Viale Rodolfi. In the central area there is a pond, in the middle a small island where there is a small temple in classical style, designed by Antonio Piovene in 1820. At the base an icehouse was originally present to chill the drinks in the summer months. Behind the building you can see the ancient aviaries and greenhouses, now in disuse, and the apse of the Church. The park was a private place for the inhabitants of the adjacent villa of the same name, built in 1500.

relais santa corona

Cosa fare a Vicenza nell’estate 2018?

Cosa offre Vicenza ai turisti e non nell’estate 2018?

Un appuntamento interessante sarà Music for Life 2018. Il giardino del Teatro Olimpico sarà la cornice perfetta di vari concerti: domenica 15 luglio alle 21.00, “opera sotto le stelle”, concerto lirico con arie e duetti celebri dal 1700 al 1900 con ingresso libero. Per info consulta il sito https://www.tcvi.it/

Mercoledì 18 luglio la stessa location ospiterà invece di “salotto 800”.

A Palazzo Barbaran da Porto si terrà invece l’iniziativa dei Notturni Palladiani. Giovedì 19 luglio si terrà “il prete rosso”, concerto di soli fiati dell’orchestra del Teatro Olimpico. Per maggiori info e prenotazioni si prega di consultare il sito http://www.orchestraolimpico.it

Durante Open Nights, music, drinks and arts sotto le stelle, i giardini del Teatro Olimpico ospiteranno prima un aperitivo e poi vari concerti.

Per il programma completo dell’estate a Vicenza, cliccate sul seguente link https://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/198430

o chiedi al nostro Relais Santa Corona !

Mostra di giocattoli storici a Palazzo Chiericati a Vicenza

La collezione di giocattoli storici Cavalli Rosazza è esposta in maniera permanente nei sotterranei di Palazzo Chiericati in centro a Vicenza: 5000 giocattoli industriali dal valore di 1 milione di euro sono esposti in 600 metri quadrati di esposizione. I giocattoli risalgono a metà del 1800 al secondo dopoguerra e furono collezionati dai coniugi torinesi Giancarlo cavalli ed Anna Rosazza a partire dagli anni 70. L’esposizione sarà visibile dalle ore 9.00 alle ore 17.00 utilizzando il biglietto di ingresso a Palazzo Chiericati. La location è raggiungibile dal nostro Relais Santa Corona in due minuti a piedi.

https://corrieredelveneto.corriere.it/vicenza/cultura-tempo-libero/18_maggio_28/vicenza-via-collezione-giocattoli-storici-cavalli-rosazza-palazzo-chiericati-8ea33a8a-625d-11e8-ba1b-bc4f4fbc7c41.shtml

Approfondimento:

Affacciato su PIAZZA MATTEOTTI vi il PALAZZO CHIERICATI progettato da Andrea Palladio su commissione del conte Girolamo Chiericati agli inizi del 1550. Nel 1546 Girolamo aveva ottenuto in eredità alcune vecchie case prospicienti la cosiddetta “piazza dell’Isola” (oggi Piazza Matteotti), uno spazio aperto all’estremità est della città, che doveva il proprio nome all’essere circondato su due lati dal corso del Retrone e dal Bacchiglione, che confluivano l’uno nell’altro: porto fluviale cittadino, l’Isola era sede del mercato di legname e bestiame. L’esiguità del corpo delle vecchie case spinge Girolamo a chiedere al Consiglio cittadino di poter utilizzare una fascia di circa quattro metri e mezzo di suolo comunale antistante le sue proprietà per realizzarvi il porticato della propria abitazione, garantendone una disponibilità pubblica. All’accoglimento dell’istanza segue l’immediato avvio del cantiere nel 1551, per arrestarsi nel 1557 alla morte di Girolamo, il cui figlio Valerio si limita a decorare gli ambienti interni, coinvolgendo una straordinaria équipe di artisti: Ridolfi, Zelotti, Fasolo, Forbicini e Battista Franco. Palladio per questo edificio utilizzò una tipologia per l’epoca inedita per le residenze cittadine, che ricorda in parte quella delle sue ville: un corpo centrale con due ali simmetriche leggermente arretrate, dotate di grandi logge al livello del piano nobile. Per conferire magnificenza all’edificio, ma anche per proteggerlo dalle frequenti inondazioni (e dai bovini che venivano venduti davanti al palazzo nei giorni di mercato), Palladio lo solleva su un podio, che nella parte centrale mostra una scalinata chiaramente mutuata da un tempio antico. Sulla piazza dell’Isola Palladio imposta una facciata a doppio ordine di logge in grado di reggere visivamente lo spazio aperto, e che si pone come elemento di un ipotetico fronte di un Foro romano antico. La Basilica e palazzo Chiericati rappresentano il passaggio definitivo dall’eclettismo dei primi anni alla piena maturità di un linguaggio dove stimoli e fonti provenienti dall’Antico e dalle architetture contemporanee sono assorbiti in un sistema ormai specificatamente palladiano. Il museo ospita attualmente le collezioni di pittura e scultura, il gabinetto dei disegni e delle stampe e il gabinetto numismatico. Tra i dipinti, una serie notevole è costituita dalle pale d’altare provenienti dalla distrutta chiesa di San Bortolo (Bartolomeo), opera di Bartolomeo Montagna, Giovanni Bonconsiglio, Cima da Conegliano, Giovanni Speranza e Marcello Fogolino. Tra le opere a carattere civile, sette lunettoni raffiguranti Glorificazioni di Podestà veneziani, di Jacopo Bassano, Francesco Maffei, Giulio Carpioni. Il più recente lascito di Neri Pozza è infine costituito da sculture e incisioni dello stesso artista e dalla sua collezione d’arte contemporanea, con opere di Carlo Carrà, Filippo De Pisis, Virgilio Guidi, Osvaldo Licini, Ottone Rosai, Gino Severini, Emilio Vedova, Mario Mafai, Arturo Martini, Pablo Picasso.

Cosa fare a Vicenza domani, 21 giugno 2018 a Vicenza? What to do tomorrow 21th of June 2018 in Vicenza?

What to do tomorrow, June 21, 2018 in Vicenza and surroundings?

In Bassano del Grappa there will be a dinner based on Marostica cherries, a certified specialty of our territory. The dinner will be held at the Terzo Ponte restaurant in Via della Ceramica 7 and the cost of participation is 25 euros per person. The history of cherry is linked to that of the famous chess game that made the city famous in the 1500s. The beautiful Lionora, daughter of the governor, had two suitors: the father invited them to compete in a game of chess to contend for his daughter’s hand . To celebrate the winner several cherry trees were planted and so the city became famous for both reasons. Marostica cherry obtained the IGP brand for the first time in Italy.

For the full menu, please follow the link http://www.vicenzatoday.it/eventi/ciliegie-per-cena-al-terzo-ponte-di-bassano.html

In the center of Vicenza the day of tomorrow will be held instead the day of music: 20 stations will be placed in Piazza dei Signori, Corso Fogazzaro, Piazza delle Erbe, and other areas of the historic center. From 16.30 to 24.00 will be held various performances by artists, especially from Vicenza.

Come and visit us in Vicenza at the Relais Santa Corona!

http://www.vicenzapiu.com/leggi/arriva-a-vicenza-la-festa-della-musica-oltre-80-talenti-vicentini-si-esibiranno-in-tutto-il-centro-storico-il- June 21st

http://www.confcommercioveneto.it/ita/comunicazione/eventi-confcommercio/festa-della-musica-vicenza-21-giugno


Cosa fare domani 21 giugno 2018 a Vicenza e dintorni?

A Bassano del Grappa si terrà una cena tutta a base di ciliegie di Marostica, specialità certificata del nostro territorio. La cena si terrà al locale Terzo Ponte in Via della Ceramica 7 ed il costo di partecipazione è di euro 25 a persona. La storia della ciliegia è legata a quella della famosa partita a scacchi che rese famosa la città nel 1500. La bella Lionora, figlia del governatore, aveva due pretendenti: il padre li invitò a sfidarsi ad una partita a scacchi per contendersi la mano della figlia. Per festeggiare il vincitore vennero piantati svariati alberi di ciliegio e così la città divenne famosa per entrambi i motivi. La ciliegia di Marostica ha ottenuto il marchio IGP per la prima volta in Italia.

Per il menu’ completo si prega di seguire il link http://www.vicenzatoday.it/eventi/ciliegie-per-cena-al-terzo-ponte-di-bassano.html

In centro a Vicenza nella giornata di domani si terrà invece la giornata della musica: 20 postazioni saranno disposte in Piazza dei Signori, Corso Fogazzaro, Piazza delle Erbe, ed in altre zone del centro storico. Dalle 16.30 alle 24.00 avranno luogo varie esibizioni di artisti soprattutto vicentini.

Vieni a trovarci a Vicenza al Relais Santa Corona !

http://www.vicenzapiu.com/leggi/arriva-a-vicenza-la-festa-della-musica-oltre-80-talenti-vicentini-si-esibiranno-in-tutto-il-centro-storico-il-21-giugno

http://www.confcommercioveneto.it/ita/comunicazione/eventi-confcommercio/festa-della-musica-vicenza-21-giugno