SMART WORKING ROOM

Durante questo momento particolare il nostro Relais ha deciso per motivi di sicurezza di sospendere il servizio di prima colazione ma di riconvertire la sala adibendola a meeting co-working room: connessione con fibra e wi-fi gratuito, postazioni con tavoli e sedie, angolo caffè e tisane, sono a disposizione gratuita di tutti i nostri ospiti.

During this particular moment our Relais has decided for safety reasons it to suspend the breakfast service but to convert it as a co-working room: fiber internet connection and free wi-fi, workstations with tables and chairs, coffee and herbal teas corner are available for free to all our guests.

 

Corona Virus

Causa Coronavirus il Relais Santa Corona adotta le seguenti norme al fine di evitare qualsiasi contatto e mettere in sicurezza gli ospiti e gli operatori:

il check-in verrà fatto o in presenza del personale o in autonomia dall’ospite a seconda della preferenza, con prelievo della chiave elettronica da una cassetta di sicurezza posta nell’androne e accessibile nelle 24 ore. Il documento verrà richiesto al momento della prenotazione così come la carta di credito a garanzia.

Al check-out l’ospite potrà lasciare la chiave in camera ed uscire in completa autonomia.

Per maggiore sicurezza le chiavi magnetiche, i telecomandi, le pulsantiere verranno protette da pellicole monouso o sempre sanificate adeguatamente.

Le stanze vengono occupate solo se rimaste inutilizzate ed arieggiate almeno 3 giorni, il giorno prima dell’arrivo dell’sopite vengono preparate e sanificate.

 

Due to Coronavirus, the Relais Santa Corona adopts the following rules in order to avoid any contact and make guests and operators safe.

The check-in will be done in the present of the staff or independently by the guest depending oon the preference with the collection of the electronic key from a safe located in the entrance hall and accessible within 24 hours. The document will be requested at the time of booking as well as the credit card as guarantee.

Upon check-out, the guest can leave the key in the room and exit independently.

For greater safety, magnetic keys, remote controls and push-button panels will be protected by disposable films or sanitize after use.

The rooms are occupied only if they have been left unused and aired for at least 3 days, the day before the arrival of the guest they are prepared and sanitized.

CORONA VIRUS

Causa Coronavirus il Relais Santa Corona adotta le seguenti norme al fine di evitare qualsiasi contatto e mettere in sicurezza gli ospiti e gli operatori:

il check-in verrà fatto o in presenza del personale o in autonomia dall’ospite a seconda della preferenza, con prelievo della chiave elettronica da una cassetta di sicurezza posta nell’androne e accessibile nelle 24 ore. Il documento verrà richiesto al momento della prenotazione così come la carta di credito a garanzia.

Al check-out l’ospite potrà lasciare la chiave in camera ed uscire in completa autonomia.

Per maggiore sicurezza le chiavi magnetiche, i telecomandi, le pulsantiere verranno protette da pellicole monouso o sempre sanificate adeguatamente.

Le stanze vengono occupate solo se rimaste inutilizzate ed arieggiate almeno 3 giorni, il giorno prima dell’arrivo dell’sopite vengono preparate e sanificate.

 

Due to Coronavirus, the Relais Santa Corona adopts the following rules in order to avoid any contact and make guests and operators safe.

The check-in will be done in the present of the staff or independently by the guest depending oon the preference with the collection of the electronic key from a safe located in the entrance hall and accessible within 24 hours. The document will be requested at the time of booking as well as the credit card as guarantee.

Upon check-out, the guest can leave the key in the room and exit independently.

For greater safety, magnetic keys, remote controls and push-button panels will be protected by disposable films or sanitize after use.

The rooms are occupied only if they have been left unused and aired for at least 3 days, the day before the arrival of the guest they are prepared and sanitized.

CORONA VIRUS

Causa Coronavirus il Relais Santa Corona adotta le seguenti norme al fine di evitare qualsiasi contatto e mettere in sicurezza gli ospiti e gli operatori:

il check-in verrà fatto in autonomia dall’ospite con prelievo della chiave elettronica da una cassetta di sicurezza posta nell’androne e accessibile nelle 24 ore. Il documento verrà richiesto al momento della prenotazione così come la carta di credito a garanzia.

Al check-out l’ospite potrà lasciare la chiave in camera ed uscire in completa autonomia.

Per maggiore sicurezza le chiavi magnetiche, i telecomandi, le pulsantiere verranno protette da pellicole monouso.

Le stanze vengono occupate solo se rimaste inutilizzate ed arieggiate almeno 3 giorni, il giorno prima dell’arrivo dell’sopite vengono preparate e sanificate.

 

Due to Coronavirus, the Relais Santa Corona adopts the following rules in order to avoid any contact and make guests and operators safe.

The check-in will be done independently by the guest with the collection of the electronic key from a safe located in the entrance hall and accessible within 24 hours. The document will be requested at the time of booking as well as the credit card as guarantee.

Upon check-out, the guest can leave the key in the room and exit independently.

For greater safety, magnetic keys, remote controls and push-button panels will be protected by disposable films.

The rooms are occupied only if they have been left unused and aired for at least 3 days, the day before the arrival of the guest they are prepared and sanitized.

RITRATTO DI DONNA nuova mostra in Basilica Palladiana

“Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi”.

Dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020 il Comune di Vicenza inaugurerà la prima di un ciclo di 3 mostre previste nei prossimi anni nella stupenda cornice della Basilica Palladiana. La mostra è a cura di Stefania Portinari, ricercatrice di storie di arte contemporanea presso l’Università Cà Foscari di Venezia. Come suggerisce il titolo il filo conduttore sarà dato dal pittore Ubaldo Oppi, vicentino d’adozione (nasce in realtà a Bologna nel 1889).  Ma non solo Oppi: Klimt, Picasso, Modigliani, Sironi e Casorati sono altri artisti entrati in contatto con Oppi, di cui in mostra si potranno ammirare le opere, in una narrazione senza precedenti di un’epoca controversa, gli anni Venti, in cui molti cambiamenti contribuiscono a creare la modernità, attraverso un’evoluzione dei ruoli sociali, del gusto e dell’arte. Grandi protagoniste di questi cambiamenti sono le donne e proprio a loro, in particolare, è dedicata questa mostra. Immagini di grande fascino (un centinaio le opere esposte, fra dipinti, disegni, sculture, abiti e gioielli) che sapranno conquistare i visitatori della mostra in un racconto inedito della modernità degli anni Venti, rappresentato dalle donne icone della pittura di Ubaldo Oppi.  Il nostro Relais Santa Corona è il punto ideale per scoprire la nostra bella città di Vicenza ed il suo centro.

 

Sacro e bellezza nell’arte russa, Mostra a Palazzo Leoni Montanari a Vicenza

Fino al 26 gennaio 2020 nella cornice barocca dello splendido Palazzo Leoni Montanari, attiguo al nostro Relais Santa Corona, si terrà la mostra “Kandinskij, Gončarova, Chagall. Sacro e bellezza nell’arte russa “.

I capolavori degli artisti russi sono circa 45 e dialogano con la preziosa collezione di icone di Intesa San Paolo.  Una serie di opere, molte delle quali mai viste in Italia, provenienti per la maggior parte dal principale museo di arte russa di Mosca, la Galleria Tret’jakov, e inoltre dai musei di Yaroslavl, Astrakhan, dal MMOMA (Moscow Museum of Modern Art) e dal Museo dello Spettacolo Bakhrushin di Mosca, nonché dal Musée Natiònal Marc Chagall di Nizza e dal Museum of Modern Art Costakis collection di Salonicco.

Il mondo artistico russo rinnova l’interesse verso le icone nel XX secolo anche se già nel 1800 molti artisti avevano mostrato interesse per questo genere di arte sacra, ma è con le avanguardie che si nota l’apoteosi. Per il popolo russo – come Kandinskij ripete continuamente – la bellezza è una sorta di necessità interiore che deriva dallo sperimentare, nel quotidiano (byt), anche l’invisibile (nevidimoe).

Visitare il museo è un’occasione di conoscere meglio Vicenza e tutte le sue bellezze circostanti!

Per info su modalità di ingresso e biglietti si prega di consultare il sito https://www.gallerieditalia.com/it/vicenza/mostra-kandinskij-goncarova-chagall/

Il grande successo della Budapest Orchestra e Vicenza Opera Festival

Si è conclusa ieri la seconda edizione di Vicenza Opera Festival, fortemente voluto da Società del Quartetto, Teatro Olimpico di Vicenza nella collaborazione con la Budapest Orchestra diretta dal maestro Ivàn Fischer che la fonda nel 1983 e la fa diventare negli anni, grazie all’approccio innovativo, una delle più importanti al mondo.

Il programma ha previsto tre rappresentazioni dell’opera “La favola di Orfeo” scritta da Claudio Monteverdi ed un concerto con musiche di Haydn, Handel e Mozart.

I protagonisti dell’opera sono stati ospiti al nostro Relais Santa CoronaVALERIO CONTALDO ha interpretato Orfeo,  EMŐKE BARÁTH Euridice, MICHAL CZERNIAWSKI il primo pastore. 

Per ulteriori informazioni si prega di visitare la pagina https://vicenzaoperafestival.com

VISITA GUIDATA LA ROTONDA SEGRETA a Vicenza

Nuovo appuntamento con le visite guidate tenute dalle guide di Vicenza, sabato 28 settembre alle ore 18,15 alla scoperta della villa palladiana piu’ famosa, la Rotonda.

Verranno visitati il giardino, il piano nobile e anche per l’occasione il piano terra e le cucine, solitamente chiusi. Storie vere, fatti di cronaca della villa e della società vicentina dell’epoca.

La visita della villa è un’ottima opportunità per conoscere la città di Vicenza, patrimonio dell’Unesco.

Per prenotazioni si prega di scrivere alla nostra reception del nostro Relais Santa Corona all’indirizzo info@relaissantacorona.it

http://www.villalarotonda.it/it/homepage.htm

La villa:

Villa Almerico Capra detta La Rotonda (conosciuta anche come Villa Capra Valmarana) è una villa veneta a pianta centrale situata a ridosso della città di Vicenza, poco discosta dalla strada della Riviera Berica. Fatta costruire da Paolo Almerico, che la commissionò ad Andrea Palladio nel 1566-1567, fu completata da Vincenzo Scamozzi nel 1605 per i due fratelli Capra, che avevano acquisito l’edificio nel 1591.

La Rotonda, come divenne nota in seguito, è uno dei più celebri ed imitati edifici della storia dell’architettura dell’epoca moderna; è senza dubbio la villa più famosa del Palladio e, probabilmente, di tutte le ville venete. Fa parte dal 1994 dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

VISITE GUIDATE A SETTEMBRE

07/09/19 “Le contrade di Neri Pozza” h 18,30 davanti la Chiesa di Santa Caterina a Vicenza.

Scrittore, scultore, incisore, editore vicentino protagonista di momenti chiave del Novecento italiano. Visita guidata ai luoghi dove Pozza ha vissuto.

Per info e prenotazioni contatta la reception del nostro Relais Santa Corona scrivendo una e-mail a info@relaissantacorona.it

https://it.wikipedia.org/wiki/Neri_Pozza

 

TORRIONE DI PIAZZA CASTELLO-FONDAZIONE COPPOLA

Situato in Piazza Castello nel cuore del centro storico di Vicenza, a due passi dal nostro Relais Santa Corona, il torrione è stato sottoposto ad un lavoro recente di restauro e ospiterà mostre d’arte contemporanea temporanee.

La prima mostra, che presenterà una serie di opere inedite, tra dipinti e disegni, di Neo Rauch e Rosa Loy, appositamente pensate per gli spazi del Torrione, rappresenta la possibilità di avvicinarsi al lavoro di due figure chiave della scena della pittura internazionale degli ultimi decenni. La loro esperienza è fortemente legata alla città di Lipsia, dove, dall’inizio del Novecento fino agli anni Duemila, è andato formulandosi un linguaggio figurativo che ha formato un’importante scuola di pittura (la scuola di Lipsia, appunto) che ha coinvolto diverse generazioni di artisti tedeschi.

La mostra in corso terminerà il 31/08/19.

https://corrieredelveneto.corriere.it/vicenza/politica/18_gennaio_04/torrione-apre-gratis-186-scalini-vedere-citta-quasi-inedita-40ebd8ee-f140-11e7-ab7e-62c7abcefb56.shtml