IL MACAFAME, dolce tipico veneto

Many customers during breakfast ask us for information on this typical dessert that we prepare every day. What is macafame?

This typical Vicenza cake is made with poor recycling ingredients like old bread, eggs and milk. The name would mean that «affects hunger» as a slice is enough for breakfast or a snack, perhaps combined with seasonal fruit.

The cake was cooked by the farmers in the stoves, but you can still prepare them using the oven.

But how do we prepare the Macafame in Vicenza at Relais Santa Corona? We see following the recipe followed by our hotel!

First of all we keep aside the bread of the day before (if it is advanced it makes the use of some brioche even tastier), about 300 grams. We line a cake mold and break the bread with your hands. In a bowl, pour the warmed milk, two tablespoons of honey and two of sugar, preferably of cane, two beaten eggs. Add a handful of raisins and an apple cut into cubes. For those who like it you can enrich the mixture with dried figs, prunes or dried fruit. Pour the mixture over the crumbled bread and mix the obtained mixture; let it rest in a warm place for at least a couple of hours, stirring the mixture occasionally so as to soak the bread well. Sprinkle with plenty of cane sugar, cinnamon; add a few knobs of butter to make it more tasty (about 30-40 grams). The dessert cooks a quartina of minutes at 180 degrees.

Enjoy your meal!


Molti clienti durante la prima colazione ci domandano informazioni su questo dolce tipico che prepariamo tutti i giorni. Ma che cos’è il macafame?

Questa torta tipica vicentina è fatta con ingredienti poveri di riciclo come il pane vecchio, uova e latte. Il nome vorrebbe significare che «ammacca la fame» in quanto una fetta è sufficiente per colazione o una spuntino, magari abbinata a frutta di stagione.

Il dolce veniva cotto dai contadini nelle stufe ma si può preparare ugualmente usando il forno.

Ma come prepariamo noi a Vicenza al Relais Santa Corona il Macafame? Vediamo a seguito la ricetta seguita dal nostro hotel!

Innanzitutto teniamo da parte del pane del giorno prima (se è avanzata lo rende piu’ saporito anche l’uso di qualche brioche), circa 300 grammi. Foderiamo uno stampo da torta e spezzettiamo il pane con le mani. In una ciotola versiamo il latte intiepidito, due cucchiai di miele e due di zucchero possibilmente di canna, due uova sbattute. Aggiungiamo una manciata di uva passa ed una mela tagliata a dadini. Per chi piace si può arricchire il composto con fichi secchi, prugne o frutta secca. Versiamo il composto sul pane sbriciolato e mescoliamo il composto ottenuto; lasciamo riposare in un luogo caldo per almeno un paio di ore, mescolando il composto saltuariamente in modo da far inzuppare bene il pane. Spolverizziamo con abbondante zucchero di canna, cannella; aggiungiamo qualche fiocchetto di burro per renderlo piu’ gustoso (circa 30-40 grammi). Il dolce cuoce una quartina di minuti a 180 gradi.

Buon appetito!

Per altre ricette sfiziose consultate il sito della regione http://www.provincia.vicenza.it/ente/la-struttura-della-provincia/servizi/agriturismo/ricette-tipiche

 

0 ответы

Ответить

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Добавить комментарий

Ваш e-mail не будет опубликован. Обязательные поля помечены *